venerdì 23 giugno 2017  
 
 

 

 

 

 

60 Anni di Lionismo a Firenze

 

 

 

La diffusione del Lionismo e i rapporti internazionali

 

 

 

 
Sin dalla fondazione il Club fu in prima linea per diffondere il Lionismo, sia in Italia che in Europa.
 
Il 23 ottobre 1954 il Socio fondatore Carlo Barbaia, Direttore del Banco di Roma, viene trasferito in Germania, dove, il 16 Giugno 1955, da vita al Lions Club Francoforte sul Meno di cui il nostro Club diviene sponsor.
 
Negli anni successivi il Lions Club Firenze da vita ad una serie di Club: il Lions Club Bologna il 16 Aprile del 1955; Il Lions Club Prato il 18 Febbraio 1956; Il Lions Club Perugia il 10 Giugno 1956; Il Lions Club Siena il 9 novembre 1957; il Lions Club   Arezzo il 12 Aprile 1958.
 
Il 18 Aprile 1959 viene consegnata la Charter al Lions Club Avignone.
 

 

 

 

Un brindisi alle fortune del nuovo Club. Nella Foto: al centro il Presidente del Lions Club Avignone George Senac.
A destra il Presidente Arnoldo Funaro e il socio Varo Girardi.
Ultimo a sinistra, Pier Giovanni Canepele.

 

 

 

 

 

Successivamente furono sponsorizzati: il Lions Club Sesto Fiorentino, il 9 Giugno 1973; il Lions Club Scandicci Casellina e Torri il 3 Aprile 1977; il Lions Club Mugello il 7 Ottobre 1978; il Lions Club Firenze Pitti il 21 Marzo del 1983; il Lions Club Fiesole il 7 Febbraio 1985.
 
 
La filosofia del Club fu sin dalla fondazione quella di dare un respiro internazionale alla propria attività. Interessante l’iniziativa delle “Giornate fiorentine dei Lions Europei” cha dal 1955 fecero conoscere il Maggio Musicale Fiorentino e la Mostra Internazionale dell’Artigianato ai Soci Lions Europei.

 

 

 

 

Firenze divenne sede di importanti riunioni internazionali. Nella foto i Consiglieri Internazionali riuniti a Firenze nel 1959.

 

  

Il compito di organizzare il “Forum Europeo Lions” del 1964 suggella questo impegno.

  

 

  

Il Marchio identificativo del Forum Europeo del 1964

 

 

 

 

 

 

Un momento della inaugurazione del Forum nel Salone dei Cinquecento
 in Palazzo Vecchio

 

 

 

 

 

Il saluto del Sindaco La Pira ai Congressisti giunti da tutta Europa
 

 

 

 

 

I lavori congressuali nella Sala Bianca di Palazzo Pitti

 

 

 

 

 

 

 

Il Progetto dell’ addobbo di palazzo Strozzi per la serata di gala curato dal Socio Arch. Aldo Bartolucci

 

 

 

 

 

L’Ingresso di Palazzo Strozzi in occasione della Serata di Gala

 

 

 

 
Un’ulteriore riconoscimento alla attività del club è l’incarico dato al Club per organizzare , nel 1971, il XIX Congresso Nazionale sul tema “La certezza del Diritto quale garanzia alla libertà del cittadino”. Il Congresso segnò anche la svolta nell’impegno dei Lions verso la società contemporanea .
 

 

 

 

 

 

 

Un momento della cerimonia inaugurale nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio.

 

 

 

 

 

 

 

Lo Staff organizzativo, da sinistra: I Soci, Mario Giovannini, Sergio Giachetti, Aldo Torrini, Franco Torrini.

 

 

 

 

 

 

 

Lo Staff operativo coordinato da Aldo Torrini, con accanto la Segretaria del Club Francesca Simonetti, vedeva la presenza di numerosi giovani volontari. Nella foto si riconoscono: al centro Alessandra Torrini, a destra Andrea Zavagli e Roberto Lallo.

 

 

 
Firenze ha spesso ospitato Autorità Lionistiche Internazionali in visita in Italia.
 

 

 

 

 

Il 27 Ottobre 1972: il Sindaco di Firenze e Socio, Luciano Bausi, dona al 2° Vice Presidente Internazionale Jonny Balbo, il Marzocco simbolo della città.
A destra Il Direttore Internazionale Pino Grimaldi.
 

 

 

 

 

Il 16 Ottobre 1979 il Presidente Internazionale L. Morgan, visitò la città. Nella foto, scattata al Piazzale Michelangelo, lo vediamo al centro con, da sinistra, il Socio Aldo Torrini, Il Presidente Giuseppe Stancanelli con la signora, il Governatore Distrettuale Enrico Bellini con Amedea.

 

 

 

 

 

Il 17 Marzo 1990 Il presidente Internazionale William Woolard, (al centro) inaugura la targa del restauro della facciata di San Salvatore al Vescovo. Nella foto si riconoscono: Il Presidente Ugo Poggi, Il Direttore Mario Rigone, Il Governatore Pirrongelli, Antonino Poma, e il Socio PDG Mario Giovannini-
 
 

 

 

 

 

I Gemellaggi

 

 

 

Uno dei Compiti dei Lions è anche quello di unire i popoli con i vincoli della amicizia, ecco perché assumono particolare rilevo i Gemellaggi Nazionali e Internazionali.
 

 

 

 

 

 

1 Luglio 1969: il Presidente Mario Bergamini consegna la carta di gemellaggio al Presidente del Lions Club Kioto Shimei

 

 

 

 

 

Un altro momento della Cerimonia di Gemellaggio.
Al tavolo d’onore si riconosce il Socio Varo Girardi

 

 

 

 

 

Il Socio Massimo Fabio con Minnie incontra a Osaka i Soci del Lions Club Kioto Shimei in occasione della Convention Internazionale del 2000

 

 

 

 

 

 

 

 

11 Aprile 2005: Il Presidente Francesco Andreoli celebra, con il Presidente del Lions Club Kioto Shimei, Akiyama Yasuyuki, il 36° anniversario del Gemellaggio tra i due Club. Nella foto il dono dei Lions Giapponesi alla sig.ra Rita

 

 

 

 

 

4 Maggio 1979: Il Socio Onorario Piero Bargellini illustra i legami tra Lecce e Firenze, in occasione del Gemellaggio tra i due Club. Nella foto, a destra, il Presidente Osvaldo Marras insieme al Presidente del Lions Club Lecce.

 

 

 

 

 

 

 

20 Aprile 1987: Il Presidente Giuseppe Guarducci in occasione del Gemellaggio con il Lions Club Istanbul
 

 

 

 
 

 

 
 
14 Marzo 2008: Il Presidente Vincenzo Recchi scambia il guidoncino con il Presidente del Lions Club Budapest Wassilenyi
 
 
 

 

 

 

 

I Lions per la Pace

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

11 Settembre 2007: Un momento della celebrazione dell’anniversario dell’attentato alle Torri gemelle in piazza della Signoria organizzato dai Lions che ha visto partecipare centinaia di persone.

 

 

 
 
POWERED BY CYBERMAN
Copyright (c) 2006-2007 Lions Club Firenze
Condizioni d'Uso | Dichiarazione per la Privacy